Magis e Tergeo a Fieragricola.

Tergeo

http://getyourextips.com

L'ultimo week-end fieristico ha visto protagonisti, oltre agli chef a Milano, anche gli agronomi e gli enologi a Fieragricola a Verona. Ecco le primissime impressioni che mi ha scritto sulla fiera il nostro direttore del settore agricoltura, Carlo De Biasi:

“Ho partecipato a Fieragricola giovedì, primo giorno, e ho notato immediatamente una'ottima affluenza. Maggiore di quella delle passate edizioni, a testimonianza di nuovo vigore per una kermesse storica del mondo dell'agricoltura italiana. Da un'iniziale visita presso gli stand dei nostri fornitori e di qualche loro concorrente, è stata però incontrovertibile la conferma del fatto che il momento non è dei migliori, che il comparto delle macchine agricole continua a frenare e che, per questo, non è difficile incontrare commerciali sempre più agguerriti e attenti al potenziale cliente, a soffermarsi minuziosamente sulle caratteristiche specifiche dei propri prodotti… Nel pomeriggio, invece, mi sono dedicato a due eventi specifici. Il primo è stato il forum sull'agricoltura sostenibile, dove sono state presentate testimonianze interessanti su attività in ambito frutticolo e dell'allevamento: un buon momento per conoscere i professionisti che si occupano del nostro stesso settore, anche se in ambiti differenti. Poi ho partecipato al convegno organizzato da L'Informatore Agrario, che trattava il tema del peso delle politiche agroenergetiche sul reddito delle aziende. In questo caso la discussione è stata davvero ricca di spunti: si è parlato molto di dimensionamento degli impianti in funzione e delle estensioni aziendali per un approccio sostenibile all'agricoltura… Il venerdì, invece, è stata la giornata più intensa per il Comitato Tecnico Scientifico di Tergeo, progetto ministeriale di ecosostenibilità di cui non posso anticipare nulla di nuovo per ora, ma che sta diventando sempre più completo. Contemporaneamente a questo si riuniva anche il Comitato dei Fondatori di Magis…”

Di primo acchito trovo estremamente positivo il fatto che la sostenibilità continui ad essere un tema fondamentale anche nel settore della ricerca vitivinicola: è davvero importantissimo continuare su questa strada, fare sistema nello sviluppo e nella produzione di qualità

Ministro Catania

E ora, mentre la giornata di lavoro entra sempre più nel vivo, vorrei capire anche l'opinione di mio fratello Domenico, presente all'apertura della Fiera, su quali siano stati i concetti-chiave espressi dal Ministro Catania durante il suo discorso inaugurale: riguardo questi temi il ruolo delle Istituzioni è fondamentale…

zp8497586rq

Commenti: 1

  1. Domenico Zonin

    Ciao Francesco,
    scusa se ti rispondo solo adesso.
    Secondo me uno dei punti focali del discorso del Ministro Catania è stato il passaggio relativo alla necessità di continuare ad investire sulla nostra agricoltura più “tradizionale”. Si dovrebbe evitare, ha sottolineato il Ministro, di destinare sovvenzioni troppo cospicue a chi pratica attività alternative, come ad esempio il fotovoltaico a terra, e così sottrae fondamentali terreni alla produzione dei beni primari.
    Io sono assolutamente d’accordo con questa visione di scenario: ritengo che un’agricoltura responsabile oggi dovrebbe invece dedicare un rispetto totale all’ambiente e alle sue vocazioni produttive territoriali e, al tempo stesso, avere occhio vigile sugli sviluppi della ricerca agronomica per puntare a garantire il massimo della qualità del vero Made In Italy…
    Ora aspettiamo fiduciosi di ascoltare anche il suo intervento sulla vitivinicoltura a Vinitaly.

    Domenico