Stay connected!

 

 

Bentornati!

Spero abbiate passato delle feste serene!
Io non potevo chiedere di meglio: dopo una breve vacanza (con una spalla quasi rotta) sulla neve, il rientro al lavoro è stato decisamente travolgente e da subito carico di buone notizie…

Il 2012 inizia infatti nel migliore dei modi anche grazie alla Medaglia d’Oro conquistata al San Francisco International Wine Competition dal Cabernet Franc Riserva 2008 di Barboursville Vineyards, classificato “Best in Class” Cabernet Franc degli States! La East Coast alla conquista della West Coast…

Le feste non mi hanno regalato però solo bei momenti ma anche qualche pausa di relax: surfando sul web ho avuto modo di seguire discussioni tra addetti ai lavori e riflettuto, oltre che sugli argomenti più attuali e scottanti del mondo del vino, sulla dinamicità delle conversazioni digitali. Alcuni di questi trending topic diventano più interessanti quando permettono non solo di diffondere notizie, ma di approfondirle, dibatterle, a volte trarne l’ispirazione per nuove idee relative alla promozione del settore in cui lavoro e nel quale c’è ancora molto da fare.

Il nuovo anno inizia quindi con diversi buoni propositi (sperando di portarne a termine almeno uno!): il primo, e comincia proprio oggi, è quello di rendere il mio blog sempre più crossmediale. Per questo, da oggi farò del mio meglio per rapportarmi non solo con chi è parte del gruppo di amici produttori, tecnici, operatori di settore, ma anche con chi, oltre lo schermo, si imbatte nella non sempre semplice scelta della bottiglia da stappare a casa, del calice da bere con gli amici durante l’aperitivo o a cena fuori. Vorrei infatti parlare con un pubblico vasto ma “naturalmente” interessato, fatto non solo di esperti e che permetta a tutti di condividere la passione per il vino e la conoscenza della sua più profonda identità.

Stay connected!


Commenti: 2

  1. Antonio

    OTTIMI PRODOTTI. PER ME IL MARCHIO ZONIN (VINO COME LE GRAPPE) E’ ECCELLENTE.

  2. Francesco Zonin

    Grazie, Antonio!!
    Mi fa piacere che oltre al vino citi anche la grappa, distillato che, sarà per le mie origini vicentine, amo molto!
    Terminare alcuni dei pranzi di famiglia con un sorso di grappa di Amarone che mio padre si fa preparare per un esclusivo consumo personale è una festa: ne conserviamo bottiglie storiche e recentemente abbiamo iniziato a degustarne una del 1997… E comunque apprezzo decisamente anche le altre nostre grappe: in Chianti, ad esempio, le vinacce di Sangiovese di Castello d’Albola vanno in distilleria subito dopo un’attenta selezione, proprio come quelle di Refosco dal Peduncolo Rosso a Ca’ Bolani in Friuli. Chissà se, con il Moscato che vinifichiamo in Piemonte a Castello del Poggio, proveremo a realizzare prossimamente anche una grappa “aromatica” e un po’ differente da quelle “tradizionali”…
    A presto,
    Francesco



Lascia un commento


*obbligatori