Torniamo in Maremma: i vostri commenti sull’Astraio

Per molti di noi le vacanze sono finite, ma credo che i nuovi inizi siano sempre positivi.
Bentornati dunque e buona ripresa delle vostre attività. Questo blog ricomincia da voi e dall’Astraio.
Ci eravamo, infatti, lasciati con l’avvio della seconda tasting list, quella riguardante l’assaggio di questo Viogner in purezza di Rocca di Montemassi.

Astraio - Rocca di Montemassi

[Grazie a Matteo Penzo per questa foto, qui il suo account flickr]

Come già detto, questo vino è stato una nuova scommessa, in quanto il Viogner è una varietà dell’Alto Rodano. Ho quindi particolarmente apprezzato i vostri numerosi contributi, perché è da questi che noi dobbiamo ripartire se vogliamo continuare a migliorare.

Per questo, vorrei ringraziare tutti i blogger che hanno partecipato, sia quelli che hanno trovato prima della partenza comunque il tempo di assaggiare e di pubblicare i propri commenti, sia quelli che al rientro hanno incluso tra le prime cose da fare questa tasting list.

Qui trovate la scheda tecnica dell’Astraio e qui di seguito i commenti dei partecipanti:

Gianpaolo su Poggioargentiera

Stefano Buso ha scritto su Mangiaeabbina e su Vinit

Lizzy su Tigulliovino

Mirko su Blogwine

Massimiliano su Winoblog

Pamela su Comunicareilvino

Riccardo su Riccardopastore

Paolo su Ferraripaolo

Roberto su Cardosolaynes

Roberto Gatti ha scritto su Winetaste e su Vinit

Rossella con le sue ricette inedite su Machetiseimangiato e anche su Foodcandy

Angelo su Buongustai

Daniele su Pro-fumo

Jacopo su Enoiche Illusioni

Carolina su Vinix

Emiliano su Pacuvio

Stefano su Stefanoilnero

*Update

Fabrizio Ceccato

Davide Cocco su Studiocru

Fabrizio su Enofaber

Giorgio su Ricette online

Damiano su Vinix

Stefano su Appunti di gola

Andrea su Percorsi di vino

Una curiosità: visto che qualcuno ce lo ha domandato, il nome del vino deriva da Astreo (dal greco Αστραιος, “stellato”) ed è uno dei titani della mitologia greca. Da lui e dalla moglie nacquero i venti e il Viogner è un cosiddetto un “vitigno del vento”.


Commenti: 10

  1. Riccardo Pastore

    Complimenti per l’intervista su Radio24 a “Voci d’impresa”, molto interessante!!
    Ciao

    Riccardo

  2. Fabrizio

    Hai dimenticato il sottoscritto, pensavi che scrivessi dopo qualche mese anche questa volta? :D

    http://www.ceccato.info/astraio

    Ciao,
    Fabrizio

  3. Francesco

    Ciao Fabrizio, allora questa volta sarai tu a perdonarmi. La lista dei link è in continuo aggiornamento, intanto, ti ringrazio.

  4. dadevoti

    La crasi del mio nick induce tutti a pensare che mi chiami Davide, in realtà mi chiamo Daniele Devoti (dadevoti)
    Un giorno offrirò a questo Davide una bottiglia di buon Astraio :D

  5. Francesco

    Ciao Daniele, scusami tanto, ho appena corretto. Posso tenere come scusa quella del lapsus indotto?

  6. Giorgio

    Ciao Francesco, scusa il ritardo, ecco qui la ns recensione:
    http://www.ricetteonline.com/cantina/degustazioni.php

  7. Damiano

    Salve Francesco, finalmente è arrivata la serata giusta per gustare la famosa bottiglia maremmana. Ho pubblicato qualche mio pensiero su vinix http://www.vinix.it/degustazioni_detail.php?ID=1658
    Grazie ancora
    e alla prossima!
    Damiano

  8. Francesco

    Damiano e Giorgio: Grazie a tutti, vado subito a leggere.

  9. Toscana Firenze » Ristorante da Burde a Firenze in Via Pistoiese 154

    [...] 23 Ottobre: Cena Castello di Albola: Il sangiovese di Radda e l’eleganza di un terroir nel Solatio e ne Le Ellere per finire con il VinSanto. Apertura maremmana con il Sassabruna Monteregio di Massa Marittima e l’ormai famoso Viogner (bianco) Astraio (il vino del panel dei blogger!). [...]

  10. Tasting panel: why not?! | Le pubbliche relazioni del vino

    [...] Poggioargentiera, è stata la volta di Zonin, prima con Altemura di Altemura, poi con l’Astraio; ora sono in corso quelli di Cascina I Carpini ( sui twins wine, uno con e l’altro senza [...]



Lascia un commento


*obbligatori