Vino. Non solo da bere.

Il vino si legge, si sfoglia.

Lo si capisce e apprezza non solo attraverso le caratteristiche organolettiche che ci regala dal bicchiere, ma anche dalle pagine di chi lo racconta con passione.

Oggi vi consigliamo qualche lettura vinicola: senza nessuna pretesa di una lista esaustiva – l’elenco delle pubblicazioni è infinito – vi chiediamo di seguirci in questo viaggio tra i libri “attorno” al vino.

È uscito da poco “L’invenzione della gioia” di Sandro Sangiorgi (Porthos edizioni), direttore della rivista Porthos, con esperienza trentennale nel settore. Non è una guida e non è un romanzo, ma un reportage per “educarsi al vino”, come recita il sottotitolo.

Sempre di quest’anno è l’uscita di “Divinando – Le stelle nel bicchiere” di Andrea Gori e Giulia Graglia, Romano editore. Un viaggio semiserio fra i segni zodiacali e i vini che gli corrispondono: 12 racconti di argomento enoico e 24 vini per chiunque voglia approfondire il mondo del vino passando per “le stelle”.

È del 2010 “Le vie del Vino” di Jonathan Nossiter (l’autore di “Mondovino”), edito da Einaudi. La scusa per l’incipit è una bottiglia “difettosa” che farà incontrare al protagonista proprietari di cantine, enoteche e soprattutto produttori di tutto il mondo. Messaggio di fondo: la lotta all’omologazione (dei sapori) del vino e l’amore per Bacco.

Sempre del 2010 “Sapere di Vino” di Giacomo Tachis, edito da Mondadori, un libro guida, un percorso nella cultura del vino made in Italy senza digressioni romanzate, tra consigli e informazioni utili per chi ama bere (bene).

Architettura e Vino” di Francesca Chiorino, edito da Electa (2007) guarda il vino da un’altra prospettiva, quasi letteralmente: la pubblicazione è infatti un racconto “architettonico” fra i musei dedicati al vino, i luoghi di degustazione, gli alberghi dedicati al nettare di Bacco. Queste costruzioni spesso aiutano a valorizzare la storia e la qualità del vino, comunicandolo ad un pubblico più ampio.

Non possiamo non citare in questo post “Sideways“,  di Rex Pickett, pubblicato nel 2004. Abbiamo infatti già parlato su Wine is Love del film tratto da questo romanzo: una storia come tante (il viaggio di due amici nella regione vinicola di Santa Ynez in California per celebrare l’amicizia, poco prima del matrimonio di uno dei due) per arrivare però a descrivere in maniera davvero originale l’importanza del vino nella vita di ognuno di noi.

Dopo questa breve panoramica, passiamo a voi il testimone: qual è, sul vino, il vostro libro preferito?


Commenti: 4

  1. Vino. Non solo da bere. | Wine Italy Blog

    [...] more here: Vino. Non solo da bere. This entry was posted in 2010, 2011, Italia, Italy, Port, Uncategorized, Viaggi, Vino e dintorni, [...]

  2. Primo Oratore

    Metto, fra i tanti, una terna di preferiti:
    Elogio dell’invecchiamento, di Andrea Scanzi, Mondadori. Il libro è un bell’approccio culturale a vini e a personaggi del vino. Scritto fra l’altro senza tecnicismi e lieve e gradevole.
    Champagne, il sacrificio di un Terroir, di Samuel Cogliati, ediz. Porthos. Una descrizione appassionata e mite della Champagne e del vino come lo producono
    Le vie del vino di Jonathan Nossiter, Einaudi: una visione da bastian contrario del mondo del vino.
    Un saluto, PO

  3. redazione

    Ciao Primo Oratore,

    grazie molte dei tuoi consigli di lettura.

  4. maurizia

    Il vino si legge, si sfoglia…..e,come faccio io da un pò di tempo ,si usa per dipingere…l’arte di fare il vino viene fissata sulla carta trasformandosi…la voce e le parole di Sangiorgi hanno fatto da sottofondo alla mia ed a altre interviste di Rai uno al Vinitaly….e ne ho un ottimo ricordo…se ha voglia e tempo faccia un giro sul mio blog…cordiali saluti



Lascia un commento


*obbligatori